Condizioni Generali di Vendita

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

 

 

 

1- ORDINAZIONI. Ogni ordinazione di beni non obbliga la Venditrice che si

riserva di accettarla o meno a suo insindacabile giudizio.

 

2 – PREZZI E CONDIZIONI DI PAGAMENTO. I prezzi sono soggetti a

variazioni secondo i listini della Venditrice fino all’atto della consegna.

Nel caso che prima della consegna intervenissero aumenti di dazi doganali, di

imposte e tasse, differenze di cambio o comunque aumenti o l’introduzione di

nuovi oneri inerenti specificamente alla fornitura, la Venditrice avrà diritto di

addebitare tali aumenti all’acquirente.

I pagamenti dovranno essere effettuati presso il domicilio della Venditrice

secondo le condizioni contrattualmente prefissate e nei termini ivi pattuiti e non

potranno essere differiti per nessuna ragione o causa. Si avrà per non effettuato,

se non dopo formale conferma per iscritto della Venditrice, qualunque

pagamento eseguito in maniera diversa o a persone non munite di procura scritta

della Venditrice.

In caso di ritardato pagamento salvo quanto previsto al successivo art. 12,

decorrono gli interessi di mora calcolati sulla base del “Prime Rate A.B.I.”

maggiorato di cinque punti.

In caso di ritardato pagamento il debitore acquirente decadrà automaticamente

dal beneficio del termine ai sensi dell’art. 1186 c.c. con facoltà della Venditrice

di esigere il pagamento di tutta la residua somma dovuta anche se non scaduta.

 

3 – CONSEGNA E TERMINI DI CONSEGNA. La vendita è subordinata alle

autorizzazioni anche valutarie delle competenti autorità nazionali ed estere.

Difficoltà o impedimenti che potessero colpire la produzione e i trasporti, sono

considerati causa di forza maggiore.

I termini di consegna indicati all’atto della stipulazione del contratto sono

indicativi e non essenziali dal momento che la Venditrice distribuisce e non

produce i beni compravenduti e pertanto il ritardo può dipendere da fatto del

fabbricante estraneo alla volontà della Venditrice o comunque di causa di forza

maggiore o caso fortuito.

Il ritardo nella consegna ha comunque un limite di tolleranza di tre mesi:

trascorso tale periodo l’acquirente ha la facoltà di annullare l’ordine mediante

semplice dichiarazione scritta, escluso comunque ogni diritto al risarcimento

del danno: la Venditrice è obbligata solamente a restituire gli acconti ricevuti a

titolo di corrispettivo con gli interessi legali.

Nell’ipotesi che, in deroga a quanto precisato nel comma precedente, venga

pattuita l’essenzialità del termine di consegna, in caso di inosservanza – per

cola lieve del venditore – l’acquirente può chiedere la risoluzione del contratto

a termini di legge escluso in ogni caso qualsiasi diritto al risarcimento del danno.

La tacita accettazione dei beni consegnati in ritardo (oltre i tre mesi di tolleranza

o dopo la scadenza del termine essenziale) deve intendersi come volontà

dell’acquirente a dare esecuzione al contratto alle condizioni pattuite: in

particolar modo a quelle relative all’ammontare del prezzo e alle modalità di

pagamento. La consegna delle forniture è sempre franco magazzini o depositi

della Venditrice. Di conseguenza si intenderà ad ogni effetto avvenuta dal

momento e nel luogo in cui il bene sarà affidato a mandatari o incaricati

dell’ acquirente o all’eventuale vettore, anche se quest’ultimo fosse scelto dalla

Venditrice. Da allora tutti i rischi passano, in ogni caso, a carico dell’acquirente.

 

4 – TRASPORTI. Salvo prescrizioni speciali dell’acquirente, il bene sarà

spedito a miglior giudizio della Venditrice e le relative spese, come pure quelle

di assicurazione, se richieste, sono a carico dell’acquirente.

 

5 – MONTAGGIO. Se é previsto, verrà iniziato solo quando tutte le sfere

edili, di carpenteria , elettriche, idrauliche, ecc. saranno ultimate e le protezioni

antifortunistiche eseguite secondo le norme in vigore.

 

6 – COLLAUDO. L’acquirente non potrà sollevare alcuna contestazione

relativa al bene compravenduto, con conseguente esonero del venditore da

qualsiasi responsabilità anche ai sensi dell’art. 1490 c.c., qualora sia stato

eseguito, dietro sua richiesta, il collaudo e abbia sottoscritto il relativo certificato

di accettazione.

Le spese di viaggio del collaudatore e quelle necessarie per la messa in funzione

ed il collaudo del macchinario, sono a carico della venditrice: sono invece,

a carico dell’acquirente le spese relative al vitto e alloggio del collaudatore stesso,

le spese addizionali di trasporto e le prestazioni della manovalanza in ausilio al

collaudatore che dovessero rendersi necessarie.

L’acquirente non potrà sollevare alcuna contestazione in ordine al bene

compravenduto, con gli stessi effetti di cui sopra, anche nell’ipotesi che, anzichè

chiedere il collaudo, abbia messo in funzione la macchina l’abbia utilizzata per

almeno tre giorni consecutivi.

L’acquirente, in ogni caso, non potrà intendere come qualità promesse e quindi

essenziali quelle che non siano state in modo specifico dedotte nel contratto.

tanto meno se trattasi di requisiti reclamizzati da opuscoli pubblicitari, presenti

in analoghi macchinari o promessi da terzi che non sia la Casa costruttrice.

 

7- GARANZIE.

  1. a) Per un periodo di 12 mesi dalla consegna dei beni la Venditrice si impegna a

sostituire o riparare gratuitamente i pezzi difettosi per fatto intrinseco, difetti di

materiale c/o di lavorazione.

I pezzi difettosi dovranno essere spediti, in porto franco, alla Venditrice perchè

li possa esaminare entro tre giorni dalla scoperta del difetto. Sono esclusi dalla

garanzia in ogni caso:

le componenti elettriche o elettroniche, i pneumatici, gli accessori di corredo ed

i pezzi di facile usura.

Le spese di montaggio e smontaggio delle eventuali parti difettose da sostituire

e/o da riparare saranno sempre a carico dell’acquirente.

  1. b) Il termine per la denuncia è ridotto a tre giorni e la prescrizione dell’azione

è di tre mesi dalla scoperta. È esclusa l’applicazione della procedura di verifica

prevista dall’art. 1313 del c.c, ogni altro accertamento dovendo essere eseguito

in contradditorio ed alla presenza delle parti.

  1. c) Le spese di trasporto, sopralluogo, manodopera od altro esulanti dalla

garanzia, vanno a carico dell’acquirente. Eventuali ritardi nella sostituzione,

come i vizi stessi, non daranno diritto al risarcimento dei danni. La garanzia

decade nei casi in cui il guasto sia provocato direttamente, o derivi, dal cattivo

uso, abuso o manomissione e modifica, anche parziale, da parte dell’acquirente.

nonché qualora sul macchinario siano stati effettuati interventi ad opera di

persone non autorizzate dalla Venditrice o non siano state impiegate parti di

ricambio originali.

La richiesta di tale garanzia non legittima in alcun caso il compratore a

sospendere o ritardare il versamento del corrispettivo: il mancato pagamento

del prezzo nei modi e nei tempi pattuiti dovrà pertanto essere considerato come

inadempienza contrattuale anche con le conseguenze di cui alla condizione n. 12).

 

8 – DATI DI COSTRUZIONE. È fatto salvo il diritto di apportare

modifiche alle macchine, senza obbligo di darne comunicazione. La Venditrice

non è tenuta ad apportare ai beni le modifiche applicate successivamente alla

fabbricazione.

 

 

9 – ONERI FISCALI E RESPONSABILITÀ. Tutti gli oneri e

gli adempimenti fiscali od amministrativi presenti e futuri inerenti ai beni

oggetto della vendita, alla loro utilizzazione nonchè alla vendita stessa ed alla

restituzione dei beni, sono ad esclusivo carico dell’acquirente. La Venditrice

non assume alcuna responsabilità per gli eventuali danni che potessero derivare

dall’uso dei beni essendo fornitore e non produttore dei beni medesimi (art. I

DR 24 Maggio 1988, n° 224).

 

10 – CAMBIALI. Il rilascio di cambiali, anche di rinnovo, non potrà dar

luogo in nessun caso a novazione del credito o a spostamento della competenza

territoriale.

 

11 – MODIFICHE O AGGIUNTE. Ogni modificazione o patto aggiuntivo,

regolante il presente contratto di compra-vendita, dovrà avvenire, pena

‘invalidità, esclusivamente per iscritto.

 

  1. RISERVATO DOMINIO. Qualora il pagamento non avvenga integralmente

per contanti, la vendita si intende effettuata con riserva della proprietà su tutti

i beni venduti fino all’integrale pagamento del prezzo, spese, interessi ed

accessori.

 

A questo effetto l’acquirente si impegna:

 

  1. a) ad usare i beni secondo le istruzioni impartite dalla Venditrice e comunque a

non apportare agli stessi alcuna manomissione o modifica, affidando le eventuali

riparazioni esclusivamente al personale autorizzato dalla Venditrice;

 

  1. b) a non disporre anche unitamente all’azienda, e a non concederne a terzi

il godimento o collocarle presso terzi se non previo consenso scritto della

Venditrice e stipulazione del relativo contratto scritto avente data certa, di cui un

originale dovrà essere rimesso alla Venditrice:

 

  1. c) a non rimuoverle comunque dalla circoscrizione del Tribunale entro la

quale l’acquirente ha dichiarato di avere attualmente il proprio domicilio ed a

comunicare l’esatto indirizzo del luogo ove ogni macchina andrà a collocarsi e

gli eventuali successivi spostamenti;

 

  1. d) ad assicurare le macchine contro ogni danno ed a comunicare per iscritto il

presente patto ad eventuali suoi locatori inviando copia della comunicazione per

conoscenza alla Venditrice;

 

  1. c) a comunicare tempestivamente alla Venditrice ogni atto conservativo od

esecutivo che venisse effettuato da terzi sulle predette macchine;

 

  1. f) nell’ipotesi che l’acquirente non paghi il bene compravenduto nei tempi e

 

con le modalità pattuite il venditore può, a sua insindacabile scelta, a seconda

dell’importanza dell’inadempimento:

– iniziare normale procedura esecutiva per ottenere il pagamento del prezzo o

residuo prezzo dovuto e chiedere anche la vendita giudiziale dello stesso bene su

cui cade la riserva di proprietà (ai sensi dell’art. 1515 c.c.)

– riprendere il bene con diritto di ritenere gli eventuali acconti o rate pagate a titolo

di indennizzo fatto salvo ogni diritto a richiedere il risarcimento del danno.

In ogni caso la Venditrice, indipendentemente dall’esercizio del diritto di riservato

dominio, ha la facoltà di agire esecutivamente su qualsivoglia bene mobile ed

immobile del debitore sino ad ottenere l’integrale soddisfo del credito per capitale,

interessi moratori, spese e danni.

 

13 – CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA E PENALE. In caso di

ritardato o mancato adempimento anche parziale da parte dell’acquirente ad una

qualsiasi delle obbligazioni derivanti dal presente contratto, esso si intenderà

senz’altro risolto di diritto, salvo che la Venditrice non preferisca domandarne in

tutto o in parte l’esecuzione.

Per tale ipotesi il risarcimento dei danni dovuto alla Venditrice viene fino da ora

forfettariamente determinato nel 50% del prezzo dei singoli beni compravenduti

e non interamente pagati, restando naturalmente tenuto l’acquirente alla

restituzione dei beni in buono stato di conservazione o, in difetto, al risarcimento

degli ulteriori danni in misura pari alla restate metà del prezzo.

 

14 – COMPETENZA TERRITORIALE. Per qualsiasi controversia, le parti

contraenti concordemente eleggono come unico foro competente quello della

sede della Venditrice, con espressa deroga alla competenza ordinaria.

 

NB: la sottoscrizione del presente, impegna, la Venditrice MMA srl solo se rappresentata dal suo socio unico legale rappresentante, rimanendo escluso il potere di firma e di rappresentanza a favore di altri agenti, o di altro personale dipendente della MMA srl.

 

 

 

Si approvano specificamente, dopo averle lette, le seguenti clausole:

Art. I: (facoltà di accettazione degli ordini da parte della Venditrice)

Art. 2: (variabilità prezzi ed oneri, interessi moratori)

Art. 3: (termini di consegna, esclusione di responsabilità della Venditrice in caso di inosservanza

Art. 6: (accettazione dei beni)

Art. 7: (limitazioni della garanzia, non esime l’acquirente dall’obbligo di versare il prezzo)

Art. 8: (dati di costruzione)

Art. 9: (esclusione e limitazione della responsabilità della venditrice)

Art. 11: (forma convenzionale)

Art. 12: (riservato dominio ed obblighi inerenti)

Art. 13: (clausola risolutiva espressa e penale)

Art. 14: (competenza esclusiva)